Cibo - si fa i ricci

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'alimentazione dei nostri gatti:

L’ alimentazione dei gatti necessita di una grande quantità di proteine, soprattutto di origine animale, il gatto è carnivoro!
Le sue preferenze alimentari sono innate e sono legate alle caratteristiche fisiologiche e anatomiche, il loro fisico è fatto per mangiare carne e pesce come pollo, coniglio, manzo, tonno e salmone .
Gli alimenti di origine vegetale (cereali, frutta, verdura), anche se la maggior parte delle volte non rientrano nei gusti dei gatti, possono aiutare per una dieta corretta, considerando che il gatto è un felino che nasce cacciatore ma viene tenuto ed allevato in casa ed in spazi differenti da quelli in cui è nato.


Cibo secco e umido
Alcuni prediligono il cibo secco, altri l’umido, anche i veterinari a volte hanno pareri discordanti, il cibo secco va accompagnato da tanta acqua fresca per evitare problemi alle vie urinarie, tuttavia il gatto non è un animale che beve molto. Il cibo umido è completo dei liquidi che servono al gatto, ma può causare tartaro che se grave può essere tolto solo in anestesia.
Si fa i ricci usa lasciare a disposizione dei loro gatti croccantini di buona qualità tutto il giorno, in modo che ogni gatto (che per natura fa molti più pasti dell’uomo), può sfamarsi quando vuole. Due volte al giorno diamo ai nostri gatti cibo umido che loro apprezzano in particolar modo.
I gatti preferiscono come cibo umido, quello che si presenta in piccoli bocconi, il cibo sfilacciato, scartando paté, gelatine e altre sostanze mollicce.
Solitamente la carne ed il pesce sfilacciato in scatoletta hanno una buona o discreta qualità, mentre paté ed altre poltiglie sono più propensi a scarti alimentari e cibo a basso costo.
Noi usiamo solitamente queste marche:
Life, Almo nature, Granata pet, Natural code, Shesir, ed ogni cibo di buona qualità.
Per quanto riguarda il cibo secco il rapporto proteico ed i nutrienti sono importanti, vi consigliamo le marche che usiamo noi:
Optima nova, Orijen, Farmina, Applawse, Sanabelle.

Il cibo di ottima qualità aiuta il gatto a stare bene, il cibo di scarsa qualità porta spesso col passare degli anni patologie e malattie che possono costare anche la vita al gatto, oltre tutte le sofferenze e le spese.

Consigli
L’acqua fresca è importante, è anche possibile utilizzare delle fontanelle che stimolano il gatto a bere più frequentemente.
Consigliamo l’utilizzo di ciotole con l’interno arrotondato in modo che il gatto non abbia difficoltà a raccogliere il cibo dai bordi, inoltre acqua e cibo non vanno messe nella zona dove il gatto fa i propri bisogni.
Latte apposito per gatti e biscottini di buona qualità sono graditi ogni tanto per fare una piccola sorpresa.
Le feci devono essere compatte e l’odore non troppo forte, in ogni caso controllate ogni tanto sopratutto in periodi di stress se le urine non sono pesanti o se può esserci sangue.
L’alimentazione deve essere adeguata ai fabbisogni del gatto, per i primi 12 mesi di vita si utilizza il kitten che è più proteico, tuttavia per non affaticare il fegato, noi diamo cibo secco kitten e umido da adulti o viceversa.
Quando si cambia un marchio per esigenze varie, variare i contenuti, offerte commerciali, feci molli costanti, è bene fare un cambio graduale mescolando per qualche giorno i 2 mangimi.
La quantità media di cibo varia a seconda dello stile di vita del gatto e dalle indicazioni del produttore alimentare, solitamente gli animali non ingrassano, tuttavia quelli domestici apprezzano le cose buone e possono tendere ad ingrassare, quindi si consiglia di tenere sotto controllo il peso e la forma del gatto, e se è ingrassato iniziare a dare solo la quantità corretta di cibo.
Nei cambi di stagione o nei periodi in cui i gatti possono essere esposti a batteri esterni, come esposizioni feline, casa al mare o in vacanza, è bene integrare dei fermenti lattici che aiutano a regolare l'intestino ed aumentare il sistema immunitario.
Qualsiasi problema si potesse presentare, noi siamo sempre disponibili, se il gatto cambia comportamento, dimostra disagio, sta male, contattare tempestivamente il veterinario, ed avvisateci possibilmente.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu